18 Maggio 2018  |  Blog

Oggi parliamo di protezione attiva e passiva per proteggere la vostra casa dalle effrazioni.

Oggi parliamo di protezione attiva e passiva per proteggere la vostra casa dalle effrazioni.

finstral-cascino

Siete a conoscenza che un furto su tre in Italia è avvenuto semplicemente con l’entrata dei ladri da porte e finestre?

Mi chiamo Salvatore e sono il consulente tecnico-commerciale di sala alla Maffei Sistemi S.r.l..

Ogni giorno mi confrontro con diverse esigenze e problematiche che i visitatori dello show-room mi prospettano.

Purtroppo, uno dei problemi più frequenti prospettati è quello dei furti in casa e, di conseguenza, la necessità di rendere l’abitazione più sicura con sistemi di blindatura.

Un caso particolare ha attirato la mia attenzione di venditore e di padre.

Giovanni, papà di un caro amico, entra in azienda chiedendomi direttamente il costo al metro quadro delle persiane blindate. Gli rispondo che, non essendo produttori, non calcoliamo il costo al metro quadro bensì in base alle dimensioni effettive del prodotto (prima espressione di disappunto).

Spontaneamente gli chiedo come mai la necessità di prodotti di protezione per la casa.

Mi dice di aver subito un furto durante le festività natalizie nel quale gli avevano portato via, oltre agli oggetti di valore personali, anche i regali posti sotto l’albero.

Dopo circa 15 minuti mi riferisce la tipologia dei serramenti (finestra a 2 ante, balcone ad 1 anta, e così via) in modo da potergli dare un’idea di costo.

Ancor prima di fargli la mia proposta economica, mi chiede che sconto applico sul totale. Faccio presente che siamo soliti dare prezzi netti di ogni singolo prodotto e degli accessori in modo da avere una situazione trasparente e confrontabile con altri preventivi (seconda espressione di disappunto).

Alla presentazione dell’importo (terza espressione di disappunto), tira fuori da una cartellina preposta alla collezione dei preventivi, un foglio anonimo senza alcuna dicitura riguardante certificati, accessori, tipologia di prodotto e sistema di posa, con un totale complessivo inferiore di oltre il 30% dal quale lui stesso aveva ricavato un costo al metro quadro.

“Salvatore, siete cari”.

E’ stata l’unica cosa che ha saputo dirmi.

Gli ho chiesto di seguirmi per visionare i nostri sistemi blindati.

Mentre ci avvicinavamo al campione in sala gli ho fatto le seguenti domande:

“Come avviene il montaggio?”

Silenzio.

“Che classe antieffrazione le hanno certificato sull’altro preventivo?”.

Silenzio

“Che tipologia di cerniere utilizzano?”.

Silenzio.

Alla domanda: “Giovanni, che costo daresti alla sicurezza della tua famiglia?” Mi ha chiesto quando potevamo andare a prendere le dimensioni per effettuare l’ordine.

Le protezioni attive.

Gli impianti di allarme o antifurto, sono il primo ed il più valido sistema di protezione delle abitazioni, che sia una soluzione isolata oppure un appartamento.

I sensori ed i segnalatori acustici, possono essere installati sia all’interno che all’esterno dell’abitazione.

Inutile dire che i sensori esterni prevengono le instrusioni indesiderate e quindi salvaguardano anche i possibili danni agli accessi dell’abitazione (porte, finestre, grate o persiane).

Gli impianti antifurto senza fili sono la soluzione più comoda ed efficace, oltre che economica, sopratutto perché sono ampliabili a seconda delle esigenze e non hanno bisogno di passaggio cavi di installazione in case già abitate.

La Somfy propone il sistema Protexial IO con gestione sia tramite display che in remoto che vi permette di gestire e controllare l’abitazione ovunque vi troviate.

casa sicura 1

Rilevatori da esterno che permettono di prevenire l’intrusione già in prossimità dell’abitazione facendo chiudere le tapparelle, cancelli, azionare la sirena ed inviare avviso telefonico sullo smartphone.

Alcuni nostri clienti, programmano l’accensione di luci o addirittura elettrodomenstici al fine di dissuadere eventuali malintenzionati appostati nelle vicinanze dell’abitazione. Inoltre, con il sistema di telecamere, è possibile vedere in tempo reale cosa accade sia nell’abitazione che nelle immediate vicinanze.

“Prevenire è meglio che punire”.

Le protezioni passive.

Le protezioni passive, a differenza di quelle attive, si distinguono sia per la tipologia che per classi di antieffrazione.

Porte blindate, grate (fisse o apribili), persiane in acciaio o alluminio, infissi (PVC, alluminio, misti), avvolgibili, possono essere prodotti nelle varie classi antieffrazione o dotati di accessori supplementari di blindatura.

Se già si dispone di avvolgibili (manuali o motorizzati) è possibile sostituirli con prodotti dotati di sistema antisollevamento, rinforzi in acciaio interni alle lamelle e catenaccio di chiusura, senza effettuare opere murarie, ma andando a sostituire od incorporare le nuove guide.

confort-990-main

Il fattore psicologico, gioca un ruolo molto importante sia in colui che vuole proteggere l apropria casa, sia nel malintenzionato che la vuole attaccare.

È a questo punto che entrano in gioco le grate e le persiane blindate.

Le grate possono essere di varie tipologie.

Uno dei sistemi attualmente più utilizzato in azienda è la grata a snodo che può essere installata tra l’infisso interno ed il sistema oscurante (infisso+ avvolgibile – infisso + persiana) offrendo un’ottima protezione, che può arrivare in Classe 4, abbinata ad un’estetica non invasiva che può adattarsi a molteplici configurazioni architettoniche.

88e700db18c7bf5b3f953de0f2cf6678_f441

Le persiane blindate sono in assoluto il sitema più conosciuto e venduto (dati interni Maffei Sistemi) anche perché è quello più utilizzato nelle nostre zone (Campania).

A differenza della grata, crea una vera e propria barriera tra l’estreno e l’interno, facendo entrare in gioco il fattore psicologico di cui sopra, rallentando notevolmente il tentativi di intrusione.

Anche in questo caso le varianti sono molteplici: lamelle fisse, lamelle apribili, scurone, scorrevoli esterne.

Come molteplici sono le classi di restitenza: RC2, RC3, RC4, RC5 e RC6.

ladri-01ba89a596cbced3f0ef3f21334b9aaf

Gli infissi interni sono il prodotto a cui meno si associa il concetto di antieffrazione, pur essendo il reale limite tra l’interno e l’esterno dell’abitazione.

Numerose sono le soluzioni ed i gradi di protezione che rendono i le vostre finestre sicure, senza alcuna modifica riguardante il fattore estetico.

In questo caso, il ruolo più importante è svolto dal vetro, la cui resistenza deve essere classificata almeno in P4A.

Finstral prpone il sistema Protect Safety Plus in RC2 a cui si aggiungono , oltre ai vetri, la ferramenta a più punti di chiusura, la maniglia con chiave e pulsante, placca di sicurezza antiperforazione ed il fermavetro con rinforzo in acciaio.

Consiglio n° 1:

quando chiudete la porta di casa, la sera prima di andare a dormire, non lasciate mai la chiave inserita nella serratura!

Il cilindro, con chiave inserita, è più facile da aprire.

Consiglio n° 2:

assicuratevi di chiudere sempre la finestra del bagno, è quella lasciata maggiormente aperta.

Un rilevatore “infisso aperto” può esservi utile.

Consiglio n° 3:

se avete ancora delle serrature a doppia mappa, è ora di sostituirle.

Su internet ci sono i tutorial per aprirle in un minuto.

Per ulteriori informazioni sono a vostra disposizione dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:30

Oppure lasciate un commento sarò lieto di rispondervi

Condividi su: