20 Dicembre 2016  |  Blog, News

L’Ecobonus del 65% per interventi di riqualificazione energetico è stato confermato anche per il 2017

In data 7 dicembre 2016 è stata approvata la Legge di Bilancio 2017.

u-mast-2017

L’Ecobonus del 65% per interventi di ristrutturazione energetica viene prorogato di un anno, confermando sia le modalità che i limiti di trasmittanza termica previsti ad oggi a livello nazionale; anche le detrazioni del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia sono state oggetto di proroga di un anno.

 

Ristrutturazioni ed ecobonus

Di fatto, chi ha avviato o intende avviare lavori di ristrutturazione o efficientamento energetico ha oggi la ragionevole aspettativa di poter contare su altri 12 mesi con le agevolazioni alle stesse condizioni previste fino alla fine di quest’anno. Quindi spesa massima agevolata di 96mila euro per il 50% e bonus differenziati in base al tipo di interventi per il 65%.

Per avere un’idea degli interessati, basti pensare che – secondo lo studio presentato dal Cresme alla Camera nelle scorse settimane – quest’anno le pratiche per le ristrutturazioni saranno quasi 1,4 milioni, cui si aggiungeranno altre 365mila pratiche per il 65 per cento.

Lo stesso vale per la detrazione sull’acquisto degli arredi abbinata ai lavori edilizi, di cui il Dpb annuncia la proroga al 31 dicembre 2017. Se mai, bisognerà verificare se sarà confermata l’impostazione data finora dalle Entrate (e ribadita con la circolare Telefisco del 2016, la 12/E), in base alla quale è incentivato l’acquisto degli arredi abbinato a spese di recupero sostenute dal 26 giugno 2012 in poi: alcune delle ipotesi circolate nei giorni scorsi limitavano l’agevolazione nel 2017 a chi ha avviato i lavori da quest’anno.

Come Usufruirne

La detrazione delle spese sostenute fino al 31 Dicembre 2017, è del 50% con un limite massimo di 96 mila euro; dal primo Gennaio 2018 la detrazione sarà salvo proroghe ) del 36% con un limite masimo di 48 mila euro.

  • Viene suddivisa in dieci quote annuali di pari importo
  • Può usufruirne il proprietario dell’abitazione, ma anche l’inquilino o chi ne detiene l’uso.
  • Per ottenerla è necessario effettuare il pagamento con bonifico bancario o postale “parlante” (clicca qui per sapere come effettuare il bonifico) e tenere tutta la documentazione.
  • E’ possibile usufruire anche dell’iva agevolata al 10% (clicca qui per sapere quando è possibile applicare l’iva al 10%) nel caso diventi contratto d’appalto quindi non basta il solo acquisto di materiali, ma è indispensabile che venga effetttuata anche la posa in opera

 

download

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattarci, i nostri consulenti sono a vostra disposizione.

Condividi su:

Maffei Sistemi SRL

P.IVA: 01287600629 - Capitale sociale 10.400 euro

REA Camera di Commercio di Benevento 108338


Seguici su: